Brian May lancia Common Decency: il comunicato ufficiale in italiano


Brian May e il Save Me Trust lanciano la campagna Common Decency e chiedono una Gran Bretagna più giusta per tutti.


Londra, martedì 24 marzo 2015 - Il chitarrista dei Queen e noto attivista ambientale Brian May, con la sua Fondazione Save Me, ha annunciato ufficialmente il lancio della campagna Common Decency. Tutti i particolari della campagna sono stati resi pubblici oggi sul sito web di Common Decency: www.commondecency.org.uk

La campagna Common Decency nasce dalla determinazione di Brian May di innescare cambiamenti politici e sociali che portino a una Gran Bretagna più giusta e compassionevole. Ciò che chiede è una radicale riforma politica che porti alla fine dei privilegi e all'istituzione di un'autentica democrazia, nella quale la gente possa avere effettivamente voce in capitolo.

Spiega May: “Nelle elezioni politiche del 2010, circa il 38% dell'elettorato, ovvero oltre 18 milioni di persone, non è andato a votare, con il risultato che nessun partito ha raccolto un numero sufficiente di voti per formare un governo. Gli accordi che ne sono seguiti, conclusi a porte chiuse, ci hanno inflitto una coalizione post-elettorale che nessuno aveva votato. Nei seguenti cinque anni di stasi, questo governo, come molti altri che l'hanno preceduto, ha ostinatamente resistito a tutti gli sforzi di istituire riforme, proteggere chi non ha voce nella nostra società, e rendere la Gran Bretagna un paese di pari opportunità. L'elettorato si è convinto che nessuno l'ascolta, e quindi i suoi voti non hanno alcun valore. L'intero sistema ha bisogno di essere smontato e ricostruito da zero. È ora che i cittadini riprendano possesso della democrazia”.

La nostra bandiera è la Common Decency. Common Decency non è un altro partito politico. Common Decency è un movimento "politicamente daltonico", che non guarda al colore politico dei candidati; il giudizio su un candidato non è determinato dal partito politico di appartenenza, ma solo dalle qualità della persona. Noi proponiamo questo: eleggere singoli individui che diano garanzia di comportarsi con decenza, trasparenza e responsabilità delle proprie decisioni una volta che si troveranno in Parlamento.”



Al centro della campagna di May c'è lo sforzo di far comprendere all'elettorato che il potere di cambiare le cose è nelle loro mani. “Il 7 maggio voteremo per un nuovo Parlamento. Dopo cinque anni d' impotenza, avremo soltanto 15 ore di democrazia. Per una volta possiamo provare a cogliere quest'opportunità per cambiare il sistema. Se ognuno di noi decidesse di 'darsi una mossa' e andasse a votare, potremo finalmente mandare a casa una volta per tutte gli approfittatori che gestiscono la politica come una cosa privata.

In questa occasione, NESSUN VOTO È SPRECATO, NESSUN COLLEGIO È BLINDATO!”

Brian May:
Dopo il 7 maggio, non ci saranno rettifiche, non ci sarà possibilità di modificare il nostro voto e cambiare idea: la decisione che prendiamo oggi avrà un impatto diretto sulle nostre vite fino al 2020. Tuttavia, ogni singolo voto che contribuisca a erodere l'attuale morsa che blocca la nostra democrazia, costituita dalla cricca elitaria di Cameron e dall'obsoleto sistema bipartitico, aumenta le nostre possibilità di riuscire a far ascoltare la nostra voce nel prossimo Parlamento. Liberarci dell'attuale governo è una condizione necessaria, ma non sufficiente, per cominciare a costruire una Gran Bretagna compassionevole e giusta.”

I punti chiave delle proposte di May per la campagna Common Decency, illustrati in dettaglio sul sito Web www.commondecency.org.uk, sono i seguenti:

Siamo convinti che la Gran Bretagna sia in uno stato disastroso, perché la democrazia è stata di fatto distrutta. In tutta la sua storia, la nostra nazione probabilmente non è mai stata afflitta da una tale epidemia di diseguaglianza e ingiustizia e questo non sta accadendo per caso. 

I privilegiati ricchi di famiglia continuano a diventare sempre più ricchi, mentre i poveri continuano a diventare sempre più poveri. Il nostro elettorato è diventato così apatico, perché le scelte che vengono offerte non presentano vere differenze fra loro, e nessuna di esse lascia presagire un minimo di ottimismo. Siamo bloccati nella morsa di un gruppo di élite, che ha a disposizione il denaro, il potere, e le amicizie per riuscire a farsi eleggere e RIMANERE eletto, legislatura dopo legislatura. Interessi privati determinano l'esito delle votazioni in Parlamento, la giustizia è più che mai al di fuori della portata della gente comune, e la legge e l'ordine nelle aree rurali sono allo sbando. I politici mentono sistematicamente, dentro e fuori del Parlamento, e non devono mai renderne conto. Affinché la democrazia funzioni, è indispensabile che le persone ricevano informazioni veritiere. Come può funzionare una democrazia, se la politica mente costantemente agli elettori? Siamo convinti che sia ora che la gente si impossessi di nuovo della democrazia. E la spinta non deve nascere dall'interesse personale, dall'avidità, o dal carrierismo. La vera democrazia deve essere basata sulla moralità, sulla compassione, e sull'onestà.  La nostra bandiera è COMMON DECENCY. Common Decency intende offrire rispetto, considerazione e una voce ad ogni creatura senziente in questo paese.

Riforma
Quello che chiediamo è una riforma completa del sistema parlamentare. L'obiettivo del nostro movimento non si limita all'eliminazione dell'ingiustizia e della disuguaglianza che l'attuale Governo rappresenta, ma si estende all'eliminazione dell'intero sistema corrotto che ha dato vita a questo e a tutti i governi recenti. E soprattutto vuole apportare un cambiamento radicale alla composizione del Parlamento, ammodernandolo e consegnando definitivamente alla storia l'obsoleto sistema bipartitico.  Non tutti sanno che i "Whip" (i capigruppo) dei principali partiti in Parlamento obbligano regolarmente i propri parlamentari a votare non secondo i propri principi morali, o secondo la volontà dei loro elettori, bensì secondo la Linea Ufficiale decisa dal partito.  Su ogni argomento considerato di elevata importanza per il futuro del partito, i Parlamentari non hanno il permesso di votare secondo coscienza, ma sono sistematicamente sottoposti a un regime di "bastone e carota", con la minaccia di perdere i privilegi acquisiti e l'opportunità di promozione all'interno del partito stesso.  A nostro parere questa è una palese castrazione della democrazia. Per questo vogliamo abolire il sistema dei Whip. Vogliamo vedere un Parlamento che non sia più dominato da due o tre partiti principali, e che non possa più legiferare con la forza contro la volontà di noi cittadini.

Il nostro sogno è ottenere, come risultato delle prossime elezioni, l'introduzione di un effettivo multipartitismo, sotto forma di un Parlamento pieno di individui che, a prescindere dalle proprie affiliazioni politiche, a prescindere dal proprio "colore" politico e dal proprio partito di appartenenza, si impegnino a servire in primo luogo la volontà dei propri elettori e la propria coscienza, e lasciare per ultime le considerazioni sui propri interessi e la propria futura carriera politica.  Siamo convinti che, se riusciremo ad ottenere questo risultato, i politici non avranno più la possibilità di coalizzarsi e costringerci a subire guerre che non vogliamo combattere, inutili massacri di animali che non approviamo, la privatizzazione strisciante della sanità pubblica per profitto privato, e la sottoscrizione di accordi come il TTIP (il trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti), che limiterà l'autonomia decisionale della nostra nazione e consentirà ad interessi economici internazionali di calpestare la volontà democratica del nostro popolo.

Come intendiamo agire?
Chiederemo agli elettori di essere politicamente daltonici nel seggio elettorale, cioè di ignorare il "colore politico" dei candidati alle prossime elezioni. Chiederemo loro di votare per un candidato che dia garanzie di servire, con decenza, trasparenza e responsabilità, gli interessi degli elettori anziché i propri, una volta eletto in Parlamento.  Chiederemo agli elettori di non guardare ai programmi di partito, e di votare invece tatticamente per bocciare tutti quei candidati che i partiti principali regolarmente impongono ai collegi elettorali "sicuri" (in modo che siano eletti facilmente, e votino in Parlamento secondo le indicazioni dei loro segretari anziché dei propri elettori).  

Intendiamo lavorare in piena trasparenza, collegio per collegio, incoraggiando persone perbene a candidarsi con l'impegno di spodestare i politici di carriera e le marionette dei partiti. Come Common Decency, intendiamo sostenere i candidati di TUTTI i partiti, purché ci diano la certezza di aderire ai nostri principi. A questi candidati offriremo pubblicità, supporto personale, e contributo economico alla campagna elettorale, altrimenti verrebbero schiacciati dalle imponenti risorse che i principali partiti mettono a disposizione dei loro candidati preferiti. Siamo tutti d'accordo che non è corretto che l'esito delle elezioni sia determinato dall'entità delle somme investite per pubblicizzare un dato candidato? Questa è un'altra riforma che vorremmo portare a compimento: togliere ai ricchi la possibilità di influenzare indebitamente l'esito di un'elezione. Questo si potrebbe ottenere, ad esempio, vietando le donazioni personali e l'utilizzo di fondi pubblici per finanziare una campagna elettorale. In questo modo si darebbe anche una ragione per votare a chi è rassegnato e pensa che, al giorno d'oggi, il suo voto non conti nulla.
Non sarà un sistema perfetto, ma sicuramente sarà un universo completamente diverso da quello visto alle ultime elezioni. Siamo convinti che il nostro piano, man mano che si evolve, potrà rendere la Gran Bretagna un paese migliore, e dare a tutti noi voce in capitolo nel modo in cui sarà governata.

Non siamo un partito politico, e non siamo una religione. Non vi chiederemo di pagare per aderire al nostro movimento. Al contrario, quello che faremo sarà soprattutto ascoltare VOI.

I pilastri di Common Decency
Per prima cosa vogliamo sapere quali sono le VOSTRE definizioni di Common Decency (Decenza Comune), in modo da costruire una comunità di persone perbene che sia unita e compatta a sostegno del suo sogno comune. Abbiamo definito la Common Decency come un seme, piantato nella speranza che cresca e si trasformi in un albero immenso, al centro di una nuova società più compassionevole, in cui le decisioni siano prese sulla base della morale anziché dell'interesse personale. 

Vogliamo offrire ciò che crediamo nessun altro vi stia offrendo oggi: la SPERANZA. Perciò, , sottoscrivete la nostra iniziativa se pensate che i nostri obiettivi siano simili ai vostri, e mettiamo in movimento questa campagna nel poco tempo che ci resta da qui a maggio.

Di sicuro AVREMO bisogno del vostro aiuto per pubblicizzare la campagna, distribuire volantini, analizzare le possibilità in ciascun collegio elettorale, e soprattutto motivare tutti coloro che finora erano convinti che non valesse la pena andare a votare, soprattutto i giovani. Vogliamo ottenere la più alta affluenza alle urne di sempre, per ribaltare lo status quo e riprenderci la nostra democrazia.

Siamo convinti che le fondamenta della Common Decency poggino su questi pilastri chiave che possono fungere da punto di partenza condiviso:
  • fine del sistema dei Whip;
  • abolizione dei privilegi;
  • rappresentatività proporzionale;
  • tolleranza zero per la crudeltà sugli animali, come sui bambini;
  • ripristino del sistema sanitario nazionale;
  • fine delle politiche di austerity;
  • proprietà pubblica delle banche;
  • ripudio della dichiarazione di guerra;
  • riforma della proprietà terriera

Come partecipare alla campagna:
  • rendersi promotore della Common Decency, aderendo fattivamente al nostro sistema di principi fondamentali, man mano che si evolve;
  • documentarsi sulla situazione del proprio collegio elettorale;
  • verificare sul nostro sito Web le informazioni relative al collegio elettorale e ai parlamentari eletti nelle varie legislature
  • Chi potrebbero essere i candidati "interessanti"?
  • Quali varrebbe la pena avvicinare?
  • Sarebbero disposti a firmare un impegno formale verso la Common Decency?
  • La data di scadenza per presentare la propria candidatura alle elezioni è il 9 aprile 2015, perciò vi preghiamo di tenerci informati su cosa avviene nel vostro collegio elettorale, e aggiornarci regolarmente verificando la relativa pagina sul nostro sito
  • I vostri suggerimenti e le vostre opinioni sono preziosi, perciò teneteci informati, utilizzando il box dei commenti presente su ogni articolo pubblicato su www.commondecency.org.uk

Per contattare la campagna Common Decency potete scrivere via e-mail all'indirizzo info@commondecency.org.uk oppure mandare i vostri commenti direttamente a Brian May all'indirizzo DrBrianMay@commondecency.org.uk .


Per ulteriori informazioni potete contattare:

Save Me Trust/Common Decency:
Anne Brummer
CEO, Save Me Trust/Common Decency
Tel: 01344 625800

Brian May:
Phil Symes
PR Contact PR

Matthew Christian / Neil Reading:
Neil Reading PR
020 7839 2277

Matthew@neilreadingpr.com

(Si ringrazia Paola Riccucci per la traduzione integrale del testo)


Commenti